L’importanza della gratitudine

L’importanza della gratitudine

Coltiva l'abitudine di essere grato per ogni cosa buona che ti viene incontro e di ringraziare continuamente. E poiché ogni cosa ha contribuito al tuo progresso, dovresti includere ogni cosa nella tua gratitudine.

Ralph Waldo Emerson

La gratitudine può essere pensata come un'emozione, uno stato mentale o un'affermazione di qualcosa di buono nella nostra vita. Qualunque sia il modo in cui decidiamo di definirla, è una scelta personale che ha lo scopo di avvicinarci alla gioia e alla felicità. È l'espressione di apprezzamento per ciò che si ha, un riconoscimento di valore, indipendente dal valore monetario, spontaneamente generato da dentro di noi.

La gratitudine è sì un sentimento spontaneo, ma sempre di più le ricerche dimostrano il suo valore come pratica, cioè come uno sforzo consapevole per essere grati di ciò che si ha nella vita. Ringraziare per la presenza dei propri cari, dei colleghi, degli animali, della natura e della vita in generale, genera un clima di positività che si estende dall’interno verso l’esterno.

Le ricerche hanno mostrato che, nel tempo, sentirsi grati aumenta la felicità e favorisce la salute sia fisica che psicologica, anche tra coloro che sono già alle prese con problemi di salute mentale. Gli studi dimostrano che praticare la gratitudine frena l'uso di parole che esprimono emozioni negative e sposta l'attenzione interiore lontano da tali emozioni, come il risentimento e l'invidia, riducendo al minimo la possibilità di rimuginare.

La gratitudine consapevole ha inizio con il notare ciò che di buono e bello c’è nella vita, sia a livello materiale che immateriale, per cercare di ridurre l’invidia e il cinismo propri della cultura materialistica in cui ci troviamo immersi e imparare a non proiettarci troppo nel futuro ma a godere del momento presente. Diventa perciò una pratica utile dedicare qualche minuto al giorno alla gratitudine, e potete farlo con una di queste semplici tecniche:

 

  1. Tenere un diario o annotare in qualche modo le grandi e piccole gioie della vita quotidiana.
  2. Identificare ogni giorno almeno tre cose che sono andate bene durante la giornata e comprenderne il motivo.
  3. Scrivere note di ringraziamento agli altri.
  4. Pensare alle persone che sono fonte di ispirazione e scrivere cosa è stato che ci ha spinto maggiormente.
  5. Impegnarsi nella "sottrazione mentale". Immaginare come sarebbe stata la nostra vita se non si fosse verificato un evento positivo.

 

E se poi pensate di farvi un regalo, o farne a qualcuno che amate, potete andare nel nostro shop e scoprire le offerte delle Ceste Pasquali